Anteo Zamboni

Bologna, 11 aprile 1911 – Bologna 31, ottobre 1926

Il 30  ottobre del 1926  Mussolini si recò a Bologna per inaugurare lo stadio littorio.

Appostatosi a Piazza Nettuno, Anteo Zamboni sparò contro il duce, mancando il bersaglio. In reazione a tale gesto, gli squadristi di arpinati si gettarono sullo studente quindicenne e lo linciarono a calci e coltellate.

Si è giunti a pensare che il gesto non fosse stato compiuto direttamente da Zamboni, ma da altri che avrebbero poi fatto ricadere la colpa sul giovane.