Ex Chiesa di Santa Lucia
Oggi aula magna dell’Università degli Studi di Bologna

Ex Chiesa di Santa Lucia Via Castiglione 36, la chiesa ha origine nel 1500 insieme al convento sede dei gesuiti. con ricca decorazione in stucco. Nel XVII l'edificio fu ricostruito su modello della chiesa romana del Gesù. La facciata è rimasta incompiuta così come la parte absidale e la cupola. All'interno si conserva una Madonna col bambino. All'interno, nella cappella dedicata a San Luigi Gonzaga si trova l'altare progettato e collocato nel 1763.

Con la soppressione napoleonica si conservarono solo la chiesa che dopo l'istituzione del Regno d'Italia fu adibita nel 1874 a caserma militare e poi destinata a palestra del vicino Liceo Galvani e il laboratorio dell'Istituto Tecnico Industriale Aldini Valeriani.

La facciata incompiuta della chiesa domina l'antico sagrato, oggi Piazza Santa Lucia, che si apre su Via Castiglione. La chiesa, restaurata nel 1988, è ora adibita ad Aula Magna dell'Università.

Ex Collegio di San Luigi

Ex Collegio di Santa Lucia Via Castiglione 40, Nel 1551 aprirono il primo collegio cittadino, appartenuto ai gesuiti, fu iniziato nel 1644 - 1648 ampliato a partire dal 1672 fino ad occupare una vasta area denominata poi gesuitica, che arrivava fino a Via Cartolerie. In Questultima apprirono altri collegi: Uno detto dei Noboli, nell'edificio oggi occupato dal 'liceo Galvani e che nel cinquecento, dopo che aveva soggiornato anche San Francesco Saverio, fu ribattezzato nome di questo Santo, trasformando in cappella la stanza cui aveva dormito. Dopo la soppressione dell'ordine nel 1773 il collegio passò ai Barnabiti. La biblioteca donata da Monsignor Francesco Zambeccari, fu costruita su disegno di Giuseppe Antonio Ambrosi nel 1742-1752 e decorata con quadrature di stucchi e affreschi. Iniziato a costruire agli inizi del Settecento venne terminato nel 1725 – 1730, in quell’anno si fece anche lo scalone interno con ampio cortile interno nel palazzo più interno erano le residenze degli studenti lungo i lati della corte si aprivano le aule d'insegnamento a doppia altezza. Nel 1773 dopo la soppressione dell'ordine gesuita, il collegio passò ai padri Barnabiti che lo mantennero per circa un secolo nel 1797 gli venne accorpato il vicino collegio di San Francesco Saverio.

In seguito alle soppressioni napoleoniche, i Barnabiti furono trasferiti in Palazzo Montalto, nell'attuale Via D'Azeglio, e lo stabile di Via Cartoleria passò al Demanio.

Prima di essere abbandonato fu centro di accoglienza dei senza tetto, casa di correzione, caserma militare, durante il secondo conflitto mondiale, nel 1981 l'edificio è sede del Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere dell'Università degli Studi di Bologna.