L’antico studio

        Bologna è chiamata “La Dotta” o “La Gran Madre degli Studi”, perché fu la prima città d’Europa ad avere L’Università (1088).

        Anticamente la nostra Università si chiamava “Lo studio”. Allora non vi erano aule scolastiche, ma ogni professore o “lettore” insegnava nella sua casa o in una bottega. Quando gli scolari erano troppo numerosi, le lezioni si tenevano all’aperto, specialmente nella Piazza di Santo Stefano e in quella di San Giovanni in Monte.

        Le prime scuole bolognesi furono quelle di Legge. Insegnanti sapientissimi, come Irnerio, spiegavano così bene le antiche leggi romane che gli studenti venivano da ogni parte per ascoltarne le dotte lezioni.

        Questi insegnanti erano chiamati “glossatori”, cioè commentatori della legge. Le tombe dei più illustri, vissuti tra il 1200 e il 1300, sono quei caratteristici monumenti dalla cupola  a piramide, rivestita di lucide pietre verdi, che si trovano presso le chiese di San Francesco e di San Domenico.

        Oltre le Scuole di Legge, lo studio divenne famoso anche per quelle di Medicina. Il Medico Modino de’ Liuzzi fu il primo che studiò scientificamente e descrisse in un libro il corpo umano.

        A Bologna vi furono 12 mila scolari, divisi secondo le materie che studiavano e il luogo di provenienza. Alcune grandi nazioni aprirono nella nostra città dei Collegi, per ospitare i loro studenti; tra i più noti sono il Collegio di Spagna e il Collegio dei Fiamminghi (per i Belgi), ancora oggi.

        Nel 1562 il Comune di Bologna volle riunire le Scuole sparse in varie parti della città, in un unico edificio. Venne perciò costruito il grande Palazzo dell’Archiginnasio, in Piazza  Galvani.

        Al tempo dell’imperatore Napoleone I, 1803, lo Studio  fu trasferito nel Palazzo Poggi in via Zamboni, e si chiama “Università degli Studi“.

        Oggi in questo palazzo risiede il magnifico Rettore, e vi sono la biblioteca e i principali uffici universitari. In una sala si ammirano alcuni bellissimi modelli di antiche navi a vela.